Formazione e Apprendimento

 

Gli uomini prima sentono con animo perturbato e commosso, indi riflettono con mente pura”

G.B.Vico

L’apprendimento è un fenomeno socio-culturale, ovvero è l’interazione con il contesto e la cultura di riferimento: è un modo per “conoscere” un mondo e soprattutto per diventarne parte; prima si apprende e comprende emotivamente, successivamente si razionalizza quanto “imparato”.

Le fasi dell’apprendimento comportano anche tempi “ambigui”, sentimento di frustrazione, sensazione di non impossessarsi di strumenti che possano favorire un autentico cambiamento di status: si tratta di fenomeni fisiologici che non devono destare preoccupazione bensì essere interpretati come eventi educativi e costruttivi.

La riflessione e il ragionamento sono i valori fondamentali che consentono di sviluppare l’apprendimento, la ricerca e la sperimentazione ne sono il consolidamento.

L’esperienza cognitiva non si limita all’apprendimento delle proprietà o regole di una certa professione e di un certo mondo, ma deve tendere ad evolvere il punto di vista di partenza, e ad approfondire e ampliare la visone delle cose.

La formazione profonda non prevede il trasferimento di automatismi e metodi, ma volge alla definizione di una professione di cui il destinatario svilupperà la padronanza: il metodo ha applicazioni limitate, la conoscenza illimitate.

La modernità è costituita da molteplici e mutevoli contesti dove la meta-competenza è più utile delle competenze tradizionali e la capacità di adattare la propria professionalità all’alta imprevedibilità degli eventi, è più importante della programmazione.

La specializzazione, talvolta inibisce la creatività necessaria per affrontare le problematiche endemiche del mondo del lavoro e sono la cultura professionale e l’impegno costante al miglioramento delle proprie competenze che generano la crescita personale.

Allo sviluppo delle conoscenze e delle capacità, devono essere affiancate valenze emozionali e creative, ed il valore della capacità di concentrazione e della relazionalità non può essere sostituito dall’alta professionalità.

Suggerimenti per sviluppare l’apprendimento:

  • l’esercizio del mantenimento della concentrazione e del rilassamento attraverso il gioco o la divagazione, favoriscono l’apprendimento

  • richiedere chiarimenti e porre domande riepilogative riattiva l’interesse per gli argomenti trattati

  • prendere appunti, anche solo attraverso le parole chiave, favorisce la focalizzazione

  • le prime 2 ore che seguono la lezione sono ideali per fissare ed elaborare ciò che si è appreso

  • le 12 ore successive dovrebbero prevedere almeno un’ accurata revisione dei propri appunti e delle dispense

  • letture e ricerche o altre attività in tema con le materie trattate, (film, mostre, luoghi, ecc) stimolano l’apprendimento attivo

Dicembre 2014

G. Benesperi